REGOLAMENTO DANZA

  • Posted on: 5 September 2018
  • By: Anonymous (not verified)

Norme generali

L'accesso a tutte le lezioni è riservato esclusivamente agli iscritti. La scuola di danza concede una prova per ogni disciplina offerta nell'anno accademico in corso, nella quale si potrà accedere con abbigliamento comodo (tuta da ginnastica e calzini) togliendosi le scarpe nello spogliatoio. Alle lezioni si accede con ordine e disciplina esclusivamente con le scarpe da danza. Rispettare gli orari (non si entra a lezione iniziata) dopo la lezione i genitori dei bambini attendono l'uscita dei figli nello spogliatoio dove l'insegnante li riconsegnerà. Qualora il genitore facesse ritardo l'insegnante porterà con se in classe il bambino che assisterà a sedere durante la lezione successiva. Gli insegnanti e la scuola sono responsabili dei propri allievi solo ed esclusivamente durante l'orario delle lezioni.
Le lezioni inizieranno mercoledì 5 settembre 2018. Non è possibile assistere alle lezioni in quanto sono previsti momenti come le "lezioni aperte" di Natale per assistere al lavoro svolto dagli allievi.
Per le festività da calendario non ci saranno nè sconti nè recuperi. Ricordiamo che la scuola di danza non segue le festività del calendario scolastico, salvo specifiche indicazioni.
La scuola ha l'obbligo di far recuperare solo in caso di assenza dell'insegnante, le assenze dell'allievo non giustificano la possibilità di eventuali sconti sulla quota mensile da pagare, in caso di assenza prolungata dell'allievo i recuperi saranno concordati con la Direttrice Palmyra Piscopo.
Per chi desidera parlare con i docenti per non interrompere o togliere tempo alle lezioni in corso, si possono chiedere colloqui durante l'anno scolastico o telefonando alla Direttrice Palmyra Piscopo al 3280708031.
L'abbigliamento che la scuola di danza si riserva di far acquistare nella propria sede e non in altri negozi, previa iscrizione è: Femmine: body-scuola azzurro (fino al II°), nero (dal III° in poi); calze rosa (senza rigo dietro); scarpe rosa con elastico rosa dello stesso colore della scarpetta (lo stesso vale per i nastri da punta); capelli raccolti in una crocchia sotto la guida precisa dell'insegnante per le lezioni di classico (per chi ha i capelli corti tirarli indietro con una fascia). Legati con coda per le lezioni di moderno. Maschi: maglietta bianca, pantaloni da danza neri (senza piede), calzettoni bianchi di cotone leggero, scarpe da danza nere con elastico bianco. Nei periodi freddi è opportuno indossare incrociatini di lana rosa per le femmine, neri per i maschi e scaldamuscoli dello stesso colore.
Per le lezioni di modern e contemporaneo: maglietta bianca indossata sopra al body-scuola, pantaloni da danza neri e scarpe da danza.
Per le lezioni di carattere: body nero, gonna nera, calze rosa, scarpe di carattere nere.
Per le lezioni di hip-hop e breakdance: abbigliamento comodo, scarpe da ginnastica da utilizzare solo in sala danza. Durante le lezioni è vietato indossare passate per capelli, anelli, bracciali, orologi, collane, orecchini, masticare gomme o caramelle.
La scuola declina ogni responsabilità qualora il genitore decida di acquistare abbigliamento danza a sua scelta anche solo per fare la prova della disciplina scelta, prima ancora della iscrizione ufficiale e senza il consenso della Direttrice o degli insegnanti. Indipendentemente dalla scelta personale sopra descritta, la scuola dopo aver preso atto dell'iscrizione farà acquistare il materiale da lei fornito.
Lezioni teoriche: portare sempre quaderno e appunti delle lezioni precedenti. Avere cautela nell'uso degli strumenti messi a disposizione.
Le assenze dei minori vanno sempre giustificate dal genitore. Le lezioni teoriche sono obbligatorie soprattutto per i corsi di formazione. La frequenza delle lezioni di danza classica, metodo Vaganova, è obbligatoriamente di due volte a settimana. Per chi decidesse di frequentare una sola volta non è assicurata la partecipazione a rassegne o saggi. Per la partecipazione a concorsi sia singoli sia gruppi è invece richiesta la presenza obbligatoria di almeno tre volte a settimana.
Si richiede la puntualità nel pagamento che dovrà essere effettuato in segreteria entro la prima lezione del mese. Se verranno riscontrati ritardi nei suddetti pagamenti l'insegnante è autorizzato a non far entrare l'allievo a lezione.
A partire da quest’anno 2018-2019 l’allievo ha il compito di far visionare all’insegnante il pagamento della quota del mese in essere.
Se non dovesse avvenire quanto scritto nel punto 14, l’insegnante si riserva di non ammettere l’allievo alla lezione.
Ad anni alterni la scuola di danza prepara l'esame o il saggio finale. Le spese per esame e costumi sono a carico dell'allievo, come anche l'abbigliamento annuale. L'anno in cui ci sarà l'esame, al termine verrà organizzata una FESTA-SAGGIO dove verrà utilizzato SOLO ED ESCLUSIVAMENTE abbigliamento già acquistato l'anno del saggio.
Si consiglia di partecipare alle uscite della scuola organizzate a teatro per capire meglio il tipo di lavoro in sala.
Si consiglia di partecipare agli stage proposti durante l’anno di alto valore artistico e didattico.

Modalità di pagamento

Il pagamento dell’iscrizione annuale alla scuola di danza deve essere effettuata prima dell’inizio dei corsi.
La frequenza ai corsi è annuale. I mesi di settembre e ottobre saranno pagati singolarmente secondo le tariffe indicate. Dal mese di novembre il pagamento sarà bimestrale (nov-dic, gen-feb, mar-apr, mag-giu)
Gli allievi che non rispetteranno le scadenze indicate saranno automaticamente esclusi dalle lezioni.
Tutti i pagamenti si effettuano in segreteria negli orari indicati oppure tramite bonifico indicando il nome dell’allievo, il riferimento al corso ed alla quota sul conto:

IBAN: IT 67 G 08425 37810 0000 20170007

L’allievo che per qualsiasi motivo decida di ritirarsi dai corsi è tenuto a comunicarlo in segreteria e nel caso ciò avvenga a bimestre iniziato è tenuto comunque a pagare la quota di frequenza del bimestre per intero.
Le quote di iscrizione e frequenza non sono rimborsabili.